lunedì, 22 aprile 2019

Rap e videogiochi: così Segesta spopola tra i giovanissimi

Assassin’s Creed, il videogioco targato Ubisoft più celebre al mondo, e il rapper Rkomi insieme per rendere omaggio al patrimonio monumentale italiano. Un incontro che ha portato a scegliere  il Parco archeologico di Segesta per un video-manifesto, che nel giro di pochi giorni ha raggiunto più di 600 mila views, con cui l’artista veste i panni del moderno giovane-eroe e racconta ai più giovani che l’Italia ha una ricchezza artistica smisurata e quindi incoraggiarli a conoscerla, rispettarla e valorizzarla per aiutare anche il nostro Paese a forgiare il suo destino.

“Il Parco – afferma Rossella Giglio, direttore del Parco Archeologico di Segesta – rappresenta uno dei siti archeologici più importanti del patrimonio nazionale. Viene visitato da centinaia di migliaia di visitatori ogni anno per scoprire le bellezze della Magna Grecia, primo fra tutte l’imponente Tempio. Da sempre ci adoperiamo per parlare al grande pubblico ed ecco perché progetti come questi sono per noi di grande importanza: siamo orgogliosi di essere tra i protagonisti di questa operazione con cui, attraverso il linguaggio della musica e attraverso il nostro Parco, lanciare un messaggio di apertura alle generazioni più giovani stimolandoli a scoprire e vivere con passione il nostro patrimonio culturale.”.

Per l’assessore regionale ai Beni culturali Sebastiano Tusa, “avvicinare i giovani ai siti archeologici e ai musei è sempre stato un aspetto complesso della didattica scolastica che a noi sta particolarmente a cuore. Spesso coloro che hanno gestito i siti monumentali e i musei non hanno adottato quei linguaggi comprensibili al pubblico giovanile provocandone, purtroppo, l’allontanamento. Ma l’iniziativa – conclude Tusa – con la quale il rapper Rkomi ha voluto scegliere Segesta contribuisce notevolmente ad avvicinare i giovani alle bellezze del passato usufruendo di un linguaggio a loro familiare”.

 

News Correlate