Istat: +13% di presenze nel 2017 a Palermo, +48% solo nell’extralberghiero

E’ un vero e proprio boom del settore turistico quello certificato dai dati ufficiali dell’ISTAT relativi alle strutture ricettive e alle presenze turistiche a Palermo nel 2017. Secondo il report gli esercizi alberghieri offrono complessivamente 3.919 camere e 8.173 posti letto. Più in particolare, nel 2017 a Palermo vi sono 2 alberghi a 5 stelle, 32 a 4 stelle, 21 a 3 stelle, 7 a 2 stelle, 10 a una stella e 5 residenze turistico alberghiere. Gli esercizi extralberghieri offrono complessivamente 3.966 posti letto, di cui oltre la metà (2.025) in bed and breakfast e quasi un terzo (1.250) in alloggi in affitto. Il numero dei posti letto, sia alberghieri sia extralberghieri, si conferma in costante aumento dal 2015: erano 10.503 e sono arrivati a 12.139 nel 2017.

A trainare il settore sono le strutture extralberghiere che segnano un significativo +48% di presenze nel confronto fra il 2016 e il 2017 (da 166 mila a 247 mila pernottamenti), ma anche negli alberghi si registra un aumento di presenze del 7,6% (pari a circa 77.000 turisti in più ospitati).

Questi numeri confermano che sia per le grandi sia per le medie e piccole attività ricettive legate al turismo a Palermo aumenta il tasso di occupazione dei posti letto, cioè il numero di giorni dell’anno in cui un posto è effettivamente occupato. Per gli alberghi siamo ormai prossimi all’80% con 285 giorni occupati su 365.

I dati, raffrontati a quelli della Sicilia e dell’Italia mostrano per Palermo un deciso primato, anche se il settore turistico risulta in crescita in generale. L’aumento percentuale delle presenze turistiche nella nostra città è infatti del 13,3%, superiore a quello regionale (7,3%) e nazionale (4,4%).

Per il sindaco Leoluca Orlando, “se qualcuno avesse ancora dubbi sul fatto che il turismo è il nostro ‘Eldorado’, questi numeri confermano lo straordinario momento vissuto da Palermo con una grande ricaduta in termini economici ed occupazionali, perché nuove strutture turistiche e maggiore presenza di turisti significano sicuramente maggiore occupazione. È importante e significativo che l’aumento sia omogeneo fra le piccole imprese e le grandi imprese, con un beneficio per l’intera comunità. Ancora più significativo che tutto questo sia avvenuto nel 2017 quindi prima della grande visibilità e attenzione che su Palermo sono ricadute con le manifestazioni legate alla Capitale della Cultura e a Manifesta”.

News Correlate