venerdì, 26 aprile 2019

Nuovi itinerari eco-gastronomici per scoprire la Sicilia e gustare l’Etna

Tre itinerari enogastronomici per i tre valli in cui una volta era suddivisa la Sicilia (Valdemone, Val di Noto, Val di Mazara) più uno pensato appositamente per mettere a sistema tutte le produzioni di eccellenza che, negli anni, hanno fatto del territorio dell’Etna uno dei gioielli dell’enogastronomia italiana.

A Catania, l’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, il presidente di Slow Food Sicilia, Rosario Gugliotta, la fiduciaria di Catania, Roberta Capizzi, hanno presentato gli Itinerari Eco-Gastronomici di Sicilia e il Percorso Around Etna, realizzati dalla Regione insieme a Slow Food.

“Combinare le straordinarie bellezze del nostro territorio con le produzioni di eccellenza è il modo per fare vera promozione del territorio, destagionalizzando l’offerta turistica – ha sottolineato Barbagallo -. Ci diciamo sempre che la Sicilia non è soltanto sole e mare e attraverso questi percorsi vogliamo dare ai turisti, ma non solo, la possibilità di vivere una esperienza globale della nostra regione, andando alla scoperta di quanto di meglio possa offrire in termini di cibo, cultura dell’accoglienza e bellezze naturali”.

“Around Etna” invece si suddivide in sei itinerari diversi: il primo è “Giardini di Naxos” e comprende i territori di Motta Camastra, Francavilla di Sicilia, Castiglione e Moio Alcantere; il secondo è “Fiumefreddo” che racchiude Piedimonte, Linguaglossa e Passopisciaro; il terzo “Giarre”, va dal mare di Riposto ai boschi di Milo fino a giungere al deserto lavico di Zafferana; quindi “Acireale” a cui afferiscono anche Viagrande, Trecastagni, Pedara e Nicolosi; il quinto tour è “Catania”, a cui fanno riferimento anche i territori di Motta S. Anastasia, Paternò e Ragalna; il sesto itinerario è “Randazzo” che comprende le località di Maletto, Bronte e Adrano.  

News Correlate