A maggio al Teatro Antico di Catania tornano le rappresentazioni classiche

Tornano gli spettacoli nel Teatro Greco Romano di Catania di via Vittorio Emanuele. Venerdì 3 maggio debutta alle 19 il cartellone di “Amenanos Festival” , con la prima assoluta del Prometheus di Eschilo con la regia di Daniele Salvo. Si tratta di un programma di rappresentazioni classiche fatto apposta per valorizzare il fiume Amenano che scorre sotto la cavea e il palco, che verrà adeguatamente coperto da strutture trasparenti in plexiglass.

“Ringrazio gli organizzatori e l’assessore regionale Sandro Pappalardo – ha detto il sindaco Salvo Pogliese – per questa iniziativa che è anche un’opportunità per la città. Un’iniziativa che ci permetterà di presentare ai turisti e alla città un cartellone di altissimo livello culturale in un mese, come quello di maggio, che ci consente di destagionalizzare anche l’offerta culturale, punto focale su cui l’Amministrazione sta investendo risorse e energie. Puntiamo a far diventare Catania una delle protagoniste del Teatro Antico con un’iniziativa che contiamo di consolidare nel tempo”.

“Finalmente riparte – ha detto l’assessore comunale alla Cultura Barbara Mirabella – la programmazione nel teatro Antico con questa bellissima rassegna che è una iniziativa che riporta le tragedie nel loro luogo naturale, facendo conoscere questo straordinario monumento ai cittadini, ai turisti e a quante più persone possibile”.

“Amenanos Festival” proporrà quattro rappresentazioni, dal 3 al 19 maggio; dopo Prometheus, sarà la volta di Choros (10 e 11 maggio alle 21); Sonetti d’Amore di William Shakespeare (17 e 18 maggio alle 19) e William and Elizabeth.

News Correlate