mercoledì, 18 settembre 2019

Enoturismo sull’Etna: eventi e degustazioni con ViniMilo 2017

Sull’Etna entra nel vivo in queste ore ViniMilo 2017, attesissimo appuntamento con il mondo delle vigne e con il loro “nettare divino”, coltivato da millenni sul vulcano attivo più grande d’Europa. Un evento giunto alla sua 37/a edizione e dedicato alle produzioni d’eccellenza Etna Rosso Doc e soprattutto Etna Bianco Superiore Doc (esclusiva del territorio di Milo) che si concluderà il 10 settembre.

Accanto agli eventi “gourmet” organizzati da cantine e aziende partner (tutto il programma su https://www.vinimilo.it), sono in programma due weekend, nel centro di Milo e nel suo belvedere affacciato sul Mar Jonio, degustazioni aperte al grande pubblico. Si comincia sabato 2 e domenica 3 settembre (e a seguire il 9 e il 10) quando Milo accoglierà migliaia di visitatori – ma anche produttori, importatori, distributori, sommelier, giornalisti ed enogastronauti – alla scoperta dei sapori più genuini dell’Etna e della Sicilia.

“Quest’anno – spiega il sindaco di Milo, Alfio Cosentino – ci siamo posti come obiettivo quello di migliorare la qualità dei servizi offerti ai nostri ospiti, consapevoli che il mondo del vino è animato da viaggiatori colti, sensibili ai temi dell’ambiente, alla tutela del paesaggio, delle identità locali e della cultura in generale. Ecco perché abbiamo articolato questa edizione 2017 della ViniMilo con vari appuntamenti nel segno della cultura e della conoscenza: dalle escursioni naturalistiche nei boschi dell’Etna, ai convegni scientifici in collaborazione con l’Università di Catania ed enti di ricerca; dalle degustazioni dei presìdi siciliani Slow Food alle visite guidate e agli eventi nelle cantine storiche; dal Treno del Vino (in collaborazione con Trenitalia) con i vagoni storici, che viaggeranno da Messina a Giarre-Riposto, all’enoteca letteraria con una selezione di pubblicazioni dedicate al mondo del vino e alle famiglie di produttori dell’Etna”.

Accanto alle tradizionali degustazioni di vini etnei, la ViniMilo 2017 propone infatti un itinerario intorno ai presìdi siciliani Slow Food e ospita chef e ristoratori del territorio che cucineranno a vista ricette a kilometro zero. Fra gli stand street food di qualità con dolci tipici siciliani, prodotti bio e spazi dedicati agli antichi mestieri con artigiani locali che realizzano cesti, gerle e “cufini” di vimini o piccoli zufoli della tradizione contadina. Le degustazioni dei vini etnei sono invece affidate all’associazione Strada del Vino dell’Etna.

Tra vino, cibo, escursioni fra le lave, musica live e convegni che coinvolgeranno accademici e ricercatori, il viaggio della ViniMilo 2017, entra nel vivo il pomeriggio di sabato 2 settembre, dalle 18.30. All’inaugurazione del percorso, allestito tra la Piazza Belvedere, la Piazza Municipio e il corso principale, parteciperà anche l’assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo. Al mattino di sabato (9.30, Centro Servizi) prevista la tavola rotonda “Marchi, Etichette e Marketing per la tutela della Biodiversità” organizzata da Simenza (Cumpagnia Siciliana Sementi Contadine). Fra le novità di questo primo weekend figura l’Enoteca Letteraria (ore 19, Scalinata Largo dei Mille) con una selezione di pubblicazioni dedicate al mondo del vino e dei suoi produttori; mentre alle 20.30 (Centro Servizi), si parlerà di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio in compagnia dei sommelier dell’AIS (prenotazione obbligatoria tel. 320 5522944 – o.dima56@libero.it ). Ogni sera dalle 20.30 musica live con una jazz band.

Domenica 3 settembre il CAI organizza un’escursione alle lave del 1865 (appuntamento ore 9, piazza Belvedere). Alle 9.30 (Centro Servizi) comincia il convegno sull’Etna Bianco Superiore e il territorio di Milo. Alle 9.30, dalla Stazione di Messina Centrale, parte il Treno del Vino su carrozze e locomotiva elettrica d’epoca E646 (arrivo a Giarre-Riposto alle 10.35). Per il ritorno partenza da Giarre-Riposto alle 18.05 (a cura di Fondazione Ferrovie dello Stato e Trenitalia, info 313 8719696). Alle 20.30 in Piazza Municipio il primo “Laboratorio del Gusto” di Slow Food Catania: di scena le uve carricante trasformate in granita da Giovanna Musumeci figlia d’arte del maestro pasticcere Santo (prenotazione obbligatoria al 339 4778067). Sempre alle 20.30 (Centro Servizi), workshop di cultura viticoloenologica etnea e degustazione con i Maestri Assaggiatori dell’O.N.A.V. dei vini dell’Etna premiati al 45° Concorso enologico nazionale DOUJA D’OR 2017 di Asti (prenotazione obbligatoria 392 5726959 – email: catania@onav.it). Le degustazioni di domenica 3 settembre cominciano alle 10.30.

https://www.vinimilo.it 

News Correlate