A Stromboli eventi e spettacoli ‘sostenibili’ per la Festa del Teatro Eco Logico

Al via la sesta edizione della Festa di Teatro Eco logico, nove giorni di teatro, musica, danza e altri incontri che animeranno l’isola di Stromboli da oggi, sabato 22 giugno a domenica 30 giugno, tutti rigorosamente “a spina staccata” ovvero senza l’ausilio della corrente elettrica per riportare al centro della performance la naturale relazione fra artista, spettatore e ambiente.

Dopo l’inaugurazione di oggi, la Festa entra nel vivo con uno degli appuntamenti più attesi: Un sogno nella notte di San Giovanni ovvero il Midsummer night’s dream di Shakespeare, allestito proprio nella “notte di mezza estate” ossia il 23 giugno: la celebre notte di San Giovanni con i suoi riti misteriosi e antichissimi che ispirarono il Bardo. Lo spettacolo diretto da Alessandro Fabrizi sarà allestito in più parti e a più riprese nelle ore del giorno e della notte previste dal play originale. Una messa in scena unica nel suo genere dove attori e natura avvolgeranno lo spettatore nell’ambientazione lussureggiante dell’isola. Lo spettacolo verrà replicato con le stesse modalità il 26 giugno.

Ma le avventure Oberon e Titania non sarebbero le stesse senza le magiche pozioni di cui tutti i protagonisti della commedia sono di volta in volta vittime, ecco quindi l’appuntamento La notte delle erbe, dedicata alle piante di San Giovanni svelate con sapienza da Luca Morari di Ricola e poi le stelle, da quelle nominate da Shakespeare a quelle che illuminano la notte, che  verranno indicate dall’astrofisico Ettore Perozzi.

Dopo aver inseguito le fate nei boschi e aver ammirato le stelle di Stromboli il 24 giugno alle ore 19 il pubblico salirà in barca per sentire le voci delle pescatrici di Stromboli raccolte nel monologo Mare di Francesca Pica allestito nella frazione di Ginostra (replica 27 giugno). Sempre in barca, sarà possibile ammirare dal mare lo spettacolo della Sciara di fuoco.

Il 24 giugno alle 19 alla Casa del Sole una delle protagoniste della Festa: la luna, raccontata dalla suadente voce di Vittorio Continelli in Astolfo e la luna da Ludovico Ariosto, mentre lo stesso giorno alle ore 17 Fernando Masullo è protagonista con Luisa Bianchi e Salvatore Anzaldo dell’incontro Storie che non puoi smettere di raccontare sulla vicenda di Casa Sirio Editore.

Tornano poi le Chiacchiere da bar, momento di riflessione informale sugli eventi in scena, preceduto quest’anno dalla diretta su Radio Capital della trasmissione Cactus. Basta poca acqua di Concita De Gregorio (dal 24 al 28 giugno ore 11, Bar Ingrid) a cui parteciperanno gli artisti in programma. Dal 24 giugno partirà poi il laboratorio per bambini La bambina e il vulcano a cura di Chicca Cosentino e Gabriella Fiore.

News Correlate