Corso per le pro loco, al via attività dell’Accademia del Turismo

E’ rivolta a operatori del settore ma anche a chi vuole crearsi nuova strada professionale

Un'Accademia per formare nuove professionalità nel mondo del turismo, per chi già lavora nel settore e vuole aggiornare e ampliare le proprie competenze e per chi vuole intraprendere una nuova strada professionale, magari anche creando nuove realtà imprenditoriali. Ecco l'Accademia del turismo, promossa dalla Provincia di Palermo e dal Consorzio Universitario con sede a Cefalù, nel seicentesco ex convento di San Domenico.
Tre le macro-aree di intervento formativo: management dell'ospitalità, tour operating e agenzie di viaggio, servizi al turismo. Per ognuna di queste aree si prevedono quattro livelli di apprendimento, dal corso zero all'aggiornamento, dal training specialistico alla costituzione di un vero e proprio team aziendale. Fondamentale il coinvolgimento di esperti e docenti stranieri, mediante l'attivazione di corsi residenziali, che andranno ad affiancare tutte le altre metodologie didattiche: lavori di gruppo, stage, esercitazioni, seminari. A disposizione degli studenti un laboratorio multimediale, quattro aule attrezzate per l'utilizzo di strumenti informatici e multimediali, un aula magna. Ma anche la possibilità di vitto e alloggio per studenti e insegnanti stranieri garantita dalla presenza di nove camere da letto, una cucina, una sala da pranzo e un bar. E' prevista inoltre la realizzazione di un'emeroteca, di una sala espositiva e di una biblioteca per la raccolta di pubblicazione specialistiche. Il direttore dell'Accademia sarà affiancato da un comitato consultivo, una sorta di commissione di garanzia che farà da interlocutore, per conto dell'Accademia, per aderire ai vari bandi, accogliere studenti provenienti da altre realtà, fornire professionalità nei corsi e seminari organizzati di volta in volta. Hanno già aderito al Comitato, Coretur, Unpli, Turismo verde, l'Ente bilaterale regionale turismo Sicilia, Confindustria, Assonautica Palermo, Fipe, l'associazione "Dimore storiche".
"Alla sede di Cefalù – ha sottolineato il presidente della Provincia Giovanni Avanti – si affiancherà un'altra sede, che aprirà i battenti a Palermo, nel Polo Integrato Formativo del Turismo, all'interno del bene confiscato alla mafia e affidato alla Provincia, in via Ugo La Malfa, e che riunirà sotto lo stesso tetto tutti gli istituti con vocazione turistico alberghiera".
Intanto a Cefalù è partito il primo corso: 10 ore, distribuite in due giorni, dal titolo: "Accogliendo ospitando", rivolto agli operatori delle 60 pro loco presenti sul territorio provinciale. Per informazioni: accademiadelturismo@libero.it

News Correlate