mercoledì, 18 settembre 2019

Italianway cerca partner a Lampedusa: in palio 5mila euro

Italianway, start up del settore turismo-hospitality che ha lanciato un progetto strutturato di ospitalità diffusa in tutto il Paese, arriva a Lampedusa offrendo una borsa di studio del valore di 5mila euro per formare manager del turismo che facciano impresa legale nella loro terra. Nella fattispecie, Italianway cerca un Property Manager a Lampedusa per gestire un portafoglio di immobili che l’azienda guidata da Marco Celani ha già acquisito e che da Pasqua verranno immessi sul mercato per accogliere viaggiatori da tutto il mondo.

“Cerchiamo un imprenditore locale su Lampedusa che diventi il nostro ambasciatore in questa terra e offriamo una borsa di studio in formazione per supportare il cosiddetto turismo diffuso che riscuote sempre maggiori consensi tra i viaggiatori – spiega Davide Scarantino, presidente e responsabile commerciale di Italianway -. Contiamo di individuare a brevissimo questa figura a cui offriamo – continua Scarantino – un percorso formativo del valore di oltre 5mila euro, ovvero una borsa di studio on the job con la possibilità di partecipare gratuitamente all’Academy di Italianway ed entrare nel primo franchising italiano del vacation rental, senza alcuna fee di ingresso”.

“La nostra sfida imprenditoriale è iniziata a Milano dove in soli quattro anni di attività – sottolinea l’ad di Italianway Marco Celani – siamo diventati la prima società di property management e ora che estendiamo il nostro progetto a tutta l’Italia abbiamo scelto Lampedusa come luogo simbolo per lanciare ufficialmente il nostro progetto di ospitalità diffusa basato sull’aprire ai turisti le seconde case inutilizzate degli italiani. Per far crescere il ramo di Italianway che si svilupperà a Lampedusa cerchiamo una persona residente sull’isola, diplomata, che conosca bene l’inglese e con una propensione naturale all’accoglienza. Caratteristiche che siamo pronti a supportare con una borsa di studio in formazione del valore di oltre 5mila euro”.

“Al partner o ai partner che individueremo – aggiunge Davide Scarantino – il compito di accogliere il viaggiatore, curare la buona riuscita del suo soggiorno, gestire pulizie e manutenzione degli immobili ed acquisirne di nuovi da destinare all’affitto turistico. Ci occuperemo noi di tutti i processi che richiedono competenze specialistiche, dalla pubblicazione on-line multicanale dell’appartamento, alle gestione degli incassi, prenotazioni, check-in/check-out, fatturazione elettronica, cedolare secca ecc. Il local manager verrà supportato in tutte le fasi dell’attività: dalla realizzazione del business plan all’avviamento della società, dalla campagna di marketing territoriale per la selezione e l’acquisizione degli immobili al supporto legale e fiscale”.

Per candidarsi scrivere a recruiting@italianway.house.

 

News Correlate