Via a raddoppio ferroviario Ct-Pa, Toninelli e Gentile inaugurano cantiere

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, è arrivato a Catenanuova per l’avvio dei lavori per la realizzazione della nuova linea ferroviaria Palermo-Catania, prevista a doppio binario. Il nuovo collegamento veloce permetterà di ridurre i tempi di percorrenza fra le due città e di garantire una maggiore capacità.

Presenti nel cantiere del tratto di linea Catania Bicocca-Catenanuova, oltre al ministro Toninelli, anche l’amministratore delegato di Rete ferroviaria italiana (Rfi) nonché commissario per l’itinerario Palermo-Catania-Messina, Maurizio Gentile; l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone; e il sindaco di Catenanuova Carmelo Giancarlo Scravaglieri.

“Oggi si cambia marcia – ha detto Gentile – per le grandi opere ferroviarie in Sicilia e con l’avvio di questo cantiere entro il 2021 si vedrà realizzato il primo binario veloce con la conseguente riduzione dei tempi di percorrenza tra Catenanuova e Catania Bicocca. Nel 2023 sarà avviato anche il secondo binario. Nel 2025 è prevista l’ultimazione dell’intera opera e si potrà andare da Palermo a Catania in un’ora e 45 minuti”.

“Nel mio programma di Governo vi era l’impegno per l’avvio dei lavori del raddoppio ferroviario fra Palermo e Catania. E lo abbiamo mantenuto”, ha commentato il presidente della Regione Nello Musumeci.

“Il raddoppio della Palermo-Catania – ha ricordato Falcone – sarà la prima delle dieci grandi opere ferroviarie che il Governo Musumeci a fine mandato offrirà ai siciliani. Vigileremo affinché per questo cantiere, e per le prossime opere che vedranno l’avvio in questi anni, non si verifichino gli intoppi e i contenziosi che altrove hanno fatto perdere tempo prezioso. L’infrastrutturazione sarà il primo traino della crescita socio-economica dei territorio siciliano”.

Il progetto di raddoppio del tracciato Bicocca-Catenanuova ha un valore di 415 milioni di euro. Secondo stime di Rfi, l’attivazione di un primo binario è prevista nel 2021 mentre l’intervento su entrambi i binari terminerà nel 2023, concludendo di fatto la prima fase funzionale del nuovo collegamento ferroviario veloce fra Palermo e Catania. Al termine dei lavori lungo tutto l’asse Palermo-Catania sarà possibile collegare le due città in meno di due ore. Riduzioni dei tempi di viaggio progressive sono previste durante l’attivazione dei nuovi tratti di linea che saranno via via realizzati a doppio binario. L’investimento per l’intera opera è di circa 8 miliardi di euro. Gli interventi programmati, inoltre, sottolinea Rfi, permetteranno ai treni di viaggiare a una velocità massima di 250 chilometri l’ora, migliorando gli standard di regolarità e puntualità del traffico ferroviario. Previsti, inoltre, ricorda Rfi, importanti e significativi interventi di potenziamento infrastrutturale e upgrading tecnologico lungo l’intera rete ferroviaria, la soppressione di alcuni passaggi a livello e interventi di riqualificazione nelle stazioni.

News Correlate