La Valle del Gela si candida a sito Unesco

L’Identità Culturale della Valle del Gela è candidata alla lista Unesco del patrimonio mondiale dell’umanità. Il progetto del Club per l’Unesco di Gela vede coinvolti tra i promotori, oltre al presidente Giuseppe Nicoletti, Alessandro Morselli docente dell’Università Unitelma Sapienza e componente del Comitato scientifico regionale per il Piano Strategico Sicilia 2030; Giuseppe Morselli del volontariato culturale; ed Ennio Turco, direttore del Polo Museale Regionale di Gela. Previsto il supporto delle consulenze scientifiche dell’Università Unitelma Sapienza di Roma sede di Cattedra Unesco sul Patrimonio culturale, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, di esperti del mondo culturale ed economico e la partecipazione dei Comuni di Gela, Butera e Niscemi. Tra gli sponsor ha dato la sua disponibilità anche una banca di interesse territoriale.

La candidatura ha come obiettivo quello di definire e valorizzare l’identità culturale del contesto della Valle e delle città che la contornano, Gela, Butera e Niscemi, con i suoi valori storici, naturalistici ed etnoantropologici, seguendo il percorso della presenza e dell’operosità dell’uomo nel territorio. Obiettivo primario della candidatura è la trasmissione alle future generazioni dei valori delle radici storiche e dell’identità culturale.

News Correlate