mercoledì, 13 novembre 2019

I turisti premiano Favignana per gestione sostenibile del mare

Dall’istituzione delle prime aree marine protette alla difesa della biodiversità, dalle battaglie agli scarichi selvaggi in mare alla legge sugli ecoreati: 30 anni di lotte e conquiste per un mare più pulito e contro inquinamento, abusivismo edilizio e maree nere raccontati nella mostra “Trent’anni dalla parte del mare”, che Goletta Verde ha inaugurato all’Ex Stabilimento Florio di Favignana con il patrocinio del ministero dell’Ambiente e la collaborazione dell’Area marina protetta delle Isole Egadi e di Federparchi.

La mostra, allestita in occasione del tour in Sicilia della Goletta Verde, racconta in ventidue pannelli come sia cresciuta l’attenzione e la sensibilità del Paese verso le azioni di tutela e valorizzazione della risorsa mare.

“Ogni tanto è utile voltarsi indietro, guardare a questa storia, misurare quanta strada è stata fatta per ricordare le battaglie vinte e affrontare con determinazione le tante sfide ancora da giocare”, sottolinea Rossella Muroni, presidente di Legambiente.

“In questi ultimi anni l’AMP delle Egadi si è ritagliata un ruolo concreto di laboratorio per la gestione sostenibile della fascia costiera – aggiunge Stefano Donati, direttore dell’AMP – gestendo i flussi turistici e la pressione della pesca professionale e ricreativa, sviluppando numerosi progetti che sono diventati vere e proprie buone pratiche. Penso ai campi ormeggio per il diporto, con 150 gavitelli sparsi in tutto l’arcipelago che consentono di fruire le cale più belle senza danno per i fondali; ai dissuasori antistrascico, che hanno ridotto dell’85% i passaggi sotto costa delle motobarche a strascico; al marchio di qualità ambientale dei servizi turistici, che vede oggi oltre 70 operatori certificati. In più abbiamo rilanciato ricerca e monitoraggio, dato occupazione (in estate 40 giovani lavorano per l’AMP) e svolto un ruolo di marketing territoriale, puntando sul turismo sostenibile e sui turismi sportivi all’aria aperta. E i numeri delle presenze premiano le Egadi, con tassi di crescita a doppia cifra”.

 

News Correlate