mercoledì, 19 giugno 2019

Operatori turistici isole minori plaudono a ddl: adesso raccordo tra parti sociali

Soddisfatti gli operatori turistici delle piccole isole siciliane alla prima delibera della giunta Musumeci: l’approvazione del ddl che aggiunge la competenza alle Isole Minori all’assessorato regionale delle Autonomie locali e della funzione pubblica.

“Riteniamo importante sottolineare – ha commentato Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Minori della Sicilia – il gesto politico e sostanziale del presidente Nello Musumeci che, dando seguito a quanto anticipato nel corso della campagna elettorale, dimostra un’attenzione particolare verso le complessità che attraversano le isole minori.

Le isole minori siciliane – oltre ad ospitare 2 siti Unesco, 3 aree marine protette, 10 riserve naturali orientate, 1 parco nazionale ed essere inserite nella rete Natura 2000 con numerose Zone a Protezione Speciale e Siti di Importanza Comunitaria, diversi musei anche di rilevanza internazionale – presentano un fragile ecosistema economico, sociale ed ambientale che se non adeguatamente gestito rischia, nel medio-lungo periodo, di deteriorarsi a discapito dei propri abitanti, dell’economia delle località a queste prospicienti e delle migliaia di visitatori che ogni anno decidono di esplorarle. Auspichiamo dunque – ha concluso Del Bono – che il coordinamento dell’ANCIM Sicilia in collaborazione con le componenti private voglia cogliere la palla al balzo per raccordarsi quanto prima in modo proficuo con l’assessore Bernadette Grasso sulle numerose e urgenti tematiche che interessano lo sviluppo delle isole minori”.

News Correlate