Wednesday, 11 December 2019

Effetto Unesco sull’Etna: flussi turistici a +49% in tre anni

Con l’ingresso nella Heritage List dell’Unesco (2013) nel giro di tre anni l’Etna ha visto aumentare i flussi turistici del 49%. Lo ha detto Agata Puglisi del Parco dell’Etna nel corso della manifestazione ViniMilo, durante la quale il sindaco di Milo Alfio Cosentino ha riunito intorno a un tavolo, in due incontri aperti al pubblico e molto partecipati, gli attori istituzionali e privati per parlare di enoturismo e sviluppo sostenibile dell’Etna.

Il profilo del turista-tipo che va sull’Etna è quello di uno sportivo (anche cicloturista), amante della natura e del trekking, delle escursioni (sentieri e percorso ai crateri sommitali) e delle attività all’aria aperta in montagna. Sono circa 14 milioni, ogni anno in Italia, i viaggiatori dell’enoturismo: “Un vero patrimonio – sottolinea Paolo Corbini dell’associazione ‘Città del vino’ – sia perché attraverso il vino si racconta un territorio, sia perché si tratta di turisti con alta capacità di spesa e che si muovono fuori stagione, consentendo alle aziende di destagionalizzare l’attività”.

News Correlate