Isole minori, dagli orari alle tariffe ecco le priorità per i collegamenti marittimi

Sui collegamenti marittimi delle isole minori continua a mancare una regia e una strategia regionale. È quanto denuncia il presidente di Federalberghi Isole Eolie e Isole Minori della Sicilia, Christian Del Bono.

Del Bono, pur non entrando nel merito degli aspetti amministrativi e giudiziari che hanno interessato e interessano le gare e i vari affidamenti di servizi, non nasconde la propria preoccupazione per le ulteriori ripercussioni che questi rischiano di avere sul sistema dei collegamenti marittimi insulari e ritiene comunque che alcuni aggiustamenti al sistema dei collegamenti marittimi con le isole siciliane non siano più procrastinabili.

“In particolare – sottolinea Del Bono – mi riferisco al costo di alcune tratte, che in alcuni casi rappresentano delle vere e proprie barriere di ingresso per alcune isole siciliane; la mancata razionalizzazione concertata degli itinerari orari; la necessità di eliminare i costi di prenotazione (prevedendo invece degli incentivi per chi prenota prima); un piano di progressivo e rapido svecchiamento e adeguamento del parco navi; un migliore accesso ai disabili e una scontistica più marcata per la clientela che viaggia in gruppo”.

News Correlate