Sui binari sta per ripartire il Treno del Mandorlo in Fiore

In concomitanza con la 74ª Sagra del Mandorlo in Fiore, domenica 10 marzo riparte da Palermo il treno storico per Agrigento. Il treno, i cui rotabili rientrano nel parco storico di Fondazione FS Italiane, sarà composto dalla locomotiva storica anni ‘60 E 646 196 e dalle carrozze tipo “59” anni ‘60 e dalle carrozze “Centoporte” anni ’30 e dal bagagliaio a carrelli UIz.

La partenza del treno è in programma alle 8, con fermate intermedie a Bagheria (8:15), Termini Imerese (8:39), Roccapalumba-Alia (9:12), Cammarata-S. Giovanni Gemini (9:39), Aragona Caldare (10:48) Agrigento Bassa (11:01) e arrivo a Agrigento Centrale alle 11:08.

Arrivati ad Agrigento Centrale, durante la giornata, tempo libero a disposizione per partecipare alla manifestazione e assistere alla sfilata dei gruppi folkloristici. Per comodità sul treno sarà distribuita a tutti i partecipanti una cartina della città di Agrigento riportante alcune informazioni turistiche. Per chi lo desidera, sarà possibile raggiungere intorno alle 12.30 la Valle dei Templi sempre a bordo di un treno, per permettere, una volta scesi alla fermata del Tempio di Vulcano di raggiungere a piedi il Tempio della Concordia attraversando il Giardino della Kolymbetra gestito dal FAI (biglietto di ingresso da pagare direttamente in loco), per assistere alla premiazione dei gruppi folkloristici.

Ripartenza alle 8.30 da Agrigento C.le per il rientro a Palermo C.le (21:18) effettuando al ritorno le stesse fermate per servizio viaggiatori fatte all’andata [Agrigento Bassa (18:36), Aragona Caldare (18:49), Cammarata-S. Giovanni Gemini (19:41), Roccapalumba-Alia (20:14), Termini Imerese (20:43), Bagheria (21:04)].

Il ticket costa 20 euro. L’evento è organizzato da Treno DOC

www.trenodoc.com

News Correlate