giovedì, 21 novembre 2019

Firenze, fino a settembre aprono al pubblico torri, porte e fortezze

La Torre di San Niccolò, quella della Zecca, Porta Romana, ma anche il Baluardo a San Giorgio, la Fortezza da Basso e il Forte di Belvedere con la sua ‘stanza del tesoro’ solitamente chiusa al pubblico: sono le torri, le porte e le fortezze di Firenze che si aprono ai cittadini e ai turisti per l’estate 2019. Fino a settembre sono in programma visite guidate per esplorare gli edifici difensivi della città, comprendere meglio l’architettura, le strategie difensive e ammirare Firenze dall’alto dei camminamenti.

Torna, dunque, anche per l’estate 2019 la proposta di valorizzazione delle torri e delle fortezze, nata nel 2011 con l’apertura di Torre San Niccolò e cresciuta negli anni andando a includere un numero sempre maggiore di monumenti.
“E’ un progetto in cui l’amministrazione crede molto – commenta in una nota l’assessore alla cultura del Comune di Firenze Tommaso Sacchi – e che permetterà di valorizzare un’offerta culturale ricchissima e poco conosciuta perché fuori dai circuiti canonici. Nostra intenzione – ha aggiunto Sacchi – è quella di valorizzare al massimo i nostri beni artistici e monumentali oltre ai nostri musei, con l’obiettivo a breve di creare un biglietto unico che fornisca a tutti i visitatori, in particolar modo ai cittadini, la possibilità di avere un’offerta integrata e un accesso facilitato”.
L’iniziativa è curata dai musei Civici Fiorentini e da Muse.

News Correlate