lunedì, 25 marzo 2019

Ciuoffo contrario all’abolizione della tassa di soggiorno

“Se M5s e Lega ipotizzano, nel loro contratto, di eliminare la tassa di soggiorno noi stiamo agendo in direzione diametralmente opposta, stiamo mettendo in condizioni tutti i Comuni che hanno un minimo di requisito di attrattività turistica di poter applicare tale imposta”. Ad affermarlo Stefano Ciuoffo, assessore al turismo della Regione Toscana, a margine della presentazione della World Francigena ultramarathon (20-21 ottobre).

“Ai populisti che stanno illustrando queste prospettive – ha proseguito – ricordo che la tassa di soggiorno mette a disposizione della promozione del turismo solo in Toscana 50 milioni di euro, e 38-39 di questi a Firenze. Credo che qualcuno dovrà spiegare ai fiorentini chi è che ha avuto la brillante idea di sopprimere un’imposta che viene pagata da chi usa la città e magari non ci vive, mentre invece i cittadini si troveranno con una rimodulazione delle imposte locali”. Questo, ha concluso Ciuoffo, “perché Firenze, com’è noto, ha imposte locali fra le più basse d’Italia grazie agli introiti della tassa di soggiorno”.

News Correlate