Scalo Bolzano, giunta cede 30% quote a Provincia Trento

Previsto anche ampliamento pista consentire scalo a velivoli più grandi

La giunta provinciale altoatesina ha deciso di offrire il 30% delle quote della società Abd che gestisce lo scalo 'Dolomiti' di Bolzano alla Provincia Autonoma di Trento ed ha dato il via libera per l'ampliamento della pista per consentire atterraggi e decolli a velivoli più grandi.
Già da tempo Luis Durnwalder e Lorenzo Dellai, rispettivamente governatori di Alto Adige e Trentino, stavano discutendo sulla questione. “Abbiamo offerto il 30% delle quote, ora non resta che chiarire i dettagli economici e giuridici della vicenda – ha affermato Durnwalder – Lo scalo diventerebbe un vero e proprio aeroporto regionale e la partecipazione diretta di Trento porterebbe sicuramente una crescita nel numero di passeggeri”.
Inoltre, la giunta altoatesina ha dato il via libera all’ allungamento della pista, intervento necessario per uno scalo di categoria 2C come quello di Bolzano-San Giacomo. Il progetto prevede che al termine dei lavori la pista di atterraggio e decollo raggiunga i 1.431 m. “Sarà realizzata anche una zona di sicurezza di circa 250 m. I terreni di questa fascia dovranno essere acquistati dalla Provincia – ha concluso Durnwalder – non verranno asfaltati ma saranno bonificati e rinforzati. Al termine dei lavori quello di San Giacomo sarà un aeroporto più sicuro e più moderno”.

 

News Correlate