domenica, 15 settembre 2019

Bolzano, approvata legge su tassa soggiorno

Contrarie associazioni albergatori e categorie economiche

Adesso anche a Bolzano si pagherà la tassa di soggiorno e la tassa sul turismo. Nonostante le proteste degli albergatori e la contrarietà che da mesi stanno esprimendo tutte le categorie economiche, ha vinto l’idea portata avanti da Hans Berger, assessore provinciale al turismo, anche se con dei cambiamenti alla versione originaria. La tassa di soggiorno sarà a carico dei turisti, cioè di chi pernotterà in uno degli esercizi situati in provincia. Ogni turista pagherà da 0,5 a 2 euro a notte a seconda delle zone. La tassa sarà introdotta solo a partire dal 2014.
Maggior attrito crea la tassa provinciale sul turismo. Questa, infatti, sarà a carico degli operatori dei settori economici che traggono profitto dal turismo. Gli importi vanno da un minimo di 100 a un massimo di 40 mila euro. La tassa entrerà in vigore solo se non saranno raggiunti i 18 milioni di euro di contributi volontari, quelli attualmente esistenti a carico delle categorie economiche per finanziare le associazioni turistiche sul territorio.
Contrario il mondo economico, e in particolare l’Hgv che riunisce gli albergatori, che fino all’ultimo hanno la propria contrarietà a una legge che, a loro dire, non solo penalizza il settore del turismo ma che rappresenta l’introduzione da parte della Provincia di un nuovo balzello. 

News Correlate