lunedì, 23 settembre 2019

I Giardini di Sissi chiudono la stagione con il botto

I Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano chiudono i battenti con l’inzio della stagione invernale per riaprire l’1 aprile. Premiati come Giardino Internazionale dell’Anno 2013 presso la Garden Tourism Conference di Toronto, Canada, i Giardini di Sissi dimostrano il loro ruolo di battistrada nel settore del turismo verde, attestato dai quasi 400.000 ospiti. Con 1.700 visitatori al giorno di media su 230 complessivi di apertura, i Giardini si riconfermano la meta turistica più amata dell’Alto Adige e dove il mese di maggio ha registrato il maggior afflusso con oltre 68.000 presenze, seguito da ottobre con più di 40.000 biglietti venduti. Ai visitatori usuali che provengono da Italia, Germania, Austria e Svizzera, si sono aggiunti quest’anno anche quelli provenienti da Giappone, Canada e Stati Uniti.
Il valore storico di Castel Trauttmansdorff è un altro punto di forza del sito turistico, che si lega in maniera indissolubile alla figura dell’Imperatrice Elisabetta d’Austria, conosciuta come Sissi.
Tra gli appuntamenti più riusciti della stagione 2013 si segnalano ‘Trauttmansdorff di Sera’, brunch domenicale con la ‘Colazione da Sissi’ e la rassegna ‘World Music Festival’, con i concerti sotto le stelle.
Per la nuova stagione, invece, uno degli appuntamenti più attesi sarà la mostra temporanea ‘Amore in Fiore – L’Eros nel Mondo Vegetale’,  rassegna che si propone di analizzare le similitudini e le differenze riproduttive fra esseri umani e piante.
Inoltre, l’inaugurazione della Serra con Terrario, rimandata quest’anno, sarà uno dei momenti clou del 2014.  La nuova serra è stata progettata in modo da ridurre il più possibile l’impatto ambientale, sfruttando al massimo l’apporto dell’energia naturale e gratuita proveniente dal sole con un sistema all’avanguardia che ottimizza la distribuzione dell’acqua, esigenza primaria per questa tipologia di piante.

News Correlate