Federalberghi invita i turisti a confermare vacanze in Umbria

“L’Umbria, accogliente come sempre e completamente intatta nelle sue bellezze e nella sua ricettività, sensibilizza i turisti a non rinunciare ai soggiorni già prenotati. Il fatturato e l’indotto del turismo sono tra le principali fonti per gli aiuti delle imprese private alle zone colpite dal sisma”. È l’appello di Giorgio Mencaroni, presidente di Federalberghi Umbria dopo la pioggia di disdette a seguito del sisma del 24 agosto.

“A nome degli operatori locali e dell’associazione che rappresento vorrei sensibilizzare quanti hanno prenotato un soggiorno nel nostro territorio a non rinunciarvi, e ciò al duplice fine di non perdere l’opportunità di visitare una delle regioni più belle d’Italia e di non sottrarre risorse al nostro settore e al suo indotto, da sempre ‘traino’ dell’Umbria e oggi, a maggior ragione, tra i principali motori finanziari per la ricostruzione delle zone colpite”, ha aggiunto Mencaroni. 

“Perugia non è stata minimamente toccata dal sisma – sottolinea una nota del Comune – che è stato sì avvertito indistintamente dalla popolazione nel giorno della principale scossa, ma senza creare danni di alcun genere. Purtroppo in questi giorni stiamo assistendo a una massiccia fuga di turisti dalla nostra città, ma senza che ciò sia basato su pericoli reali. Perugia è una città tranquilla, nella quale tutte le attività commerciali, culturali e sociali stanno proseguendo secondo programma.

Il fatto che – prosegue la nota – un settore fondamentale per la nostra realtà, com’è quello economico-commerciale, venga così tanto penalizzato in questi giorni rischia di compromettere quanto di buono si sta facendo, mettendo a rischio anche l’opera di sostegno alle popolazioni colpite dal sisma”. www.confcommercio.umbria.it www.umbria.federalberghi.it 

News Correlate