domenica, 22 settembre 2019

Fondazione Carla Fendi esplora l’IA a Spoleto con ‘Ecce Robot’

La Fondazione Carla Fendi, in occasione della nuova edizione del Festival dei 2Mondi di Spoleto, continua il suo percorso nella Scienza inaugurato con successo nel 2018.

Domenica 30 giugno alle 11 il Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi ospita ‘Ecce Robot’, una narrazione integrata dalle astrazioni scientifiche dell’Intelligenza Artificiale alle applicazioni pratiche della Robotica. A seguire il Premio Carla Fendi a due eccellenze femminili della Soft Robotica italiana, mentre dalle 10 si apre l’installazione ‘Neural Mirror’, nella ex Chiesa della Manna d’Oro.

“Dai social alle App dei nostri smartphone, dalla domotica che trasforma le nostre case alla robotica medica, dalla musica composta da algoritmi alle opere d’arte create da robot intelligenti – spiega Maria Teresa Venturini Fendi, presidente della Fondazione- non c’è aspetto del nostro quotidiano che non sia toccato dall’Intelligenza Artificiale e affollato da presenze robotiche, anche se non ne abbiamo ancora la totale consapevolezza”.

Sul palcoscenico del Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi ‘Ecce Robot’ è un racconto tra scienza e arte con video d’autore, letture, incontri, per indagare il processo intellettivo artificiale, gli algoritmi, le macchine dotate di pensieri intelligenti che si connettono, dialogano, agiscono e si relazionano. La regia è di Quirino Conti.

Special guest di Ecce Robot è Jaron Lanier, guru di Silicon Valley, scienziato, autore, musicista, artista, pioniere della realtà virtuale, di cui ha ideato la definizione. Lanier è stato inserito tra i più importanti intellettuali e pensatori mondiali dalle riviste Foreign Policy e Prospect, oltre che tra i 300 più grandi inventori dall’Enciclopedia Britannica.

Le attrici Valeria Golino e Valentina Cervi leggeranno il racconto ‘Sogni di Robot’ di Isaac Asimov, profeta della Robotica.

A completare la performance Ecce Robot la proiezione di due video: Automatica del musicista neozelandese Nigel Stanford e Ecce Robot, short movie di Gabriele Gianni prodotto dalla Fondazione Carla Fendi.

A conclusione della performance Ecce Robot, il Premio Carla Fendi che viene assegnato a personalità italiane e internazionali che si sono distinte per il loro impegno professionale nel settore della ricerca.

Giunto all’8^ edizione, il riconoscimento sarà conferito a due importanti figure della Soft Robotica, due donne che con il loro lavoro rendono il futuro già presente: Cecilia Laschi e Barbara Mazzolai. La cerimonia – introdotta da Marco Cattaneo direttore di National Geographic – sarà anticipata dall’intervento di Giorgio Metta, vicedirettore dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova.

Il discorso sull’IA prosegue nell’installazione Neural Mirror, nella ex Chiesa della Manna d’Oro. È una installazione che utilizza questa tecnologia portandola in ambito artistico e di ricerca. Il visitatore, davanti ad interfacce specchianti, diventa un flusso di informazioni interpretato e messo in scena dall’AI che ne rielabora l’immagine in tempo reale, trasformandola in un alter ego digitale.

News Correlate