mercoledì, 21 agosto 2019

Perugia, Mibact stanzia 77mila euro per gli affreschi templari di San Bevignate

Il Mibact ha stanziato 77.000 euro per il restauro degli affreschi della controfacciata della Chiesa di San Bevignate. L’intervento, che prenderà avvio nei primi mesi del 2018, propone di mettere in sicurezza e valorizzare una delle più straordinarie testimonianze della storia templare in Italia.
“San Bevignate rappresenta uno dei principali tasselli della storia di Perugia – ha sottolineato Teresa Severini, assessore alla Cultura del Comune di Perugia – uno dei monumenti templari più importanti d’Europa che merita tutta l’attenzione che, come amministrazione, gli abbiamo dato in questi ultimi due anni con l’obiettivo di migliorarne la fruibilità e di valorizzarlo anche dal punto di vista turistico”.
“San Bevignate è un patrimonio umbro, ma anche nazionale ed europeo – ha confermato Caterina Bon Valsassina, dg per l’Archeologia, le Belle Arti e il Paesaggio del Mibact – certamente i 77mila stanziati sulla programmazione ordinaria non saranno sufficienti a completare il restauro, ma ci daranno la possibilità di iniziare a valorizzare uno dei cicli pittorici più significativi dell’epoca”.
Inoltre, si pensato di rendere visitabile il cantiere durante il restauro, in modo che il pubblico, accompagnato dagli esperti, possa conoscere da vicino l’opera e con essa la storia dell’ordine cavalleresco.
Sulla controfacciata rimangono significativi brani di un esteso ciclo di affreschi (1260-1270) di grande rilievo, in cui sono raffigurate una scene di battaglia fra saraceni e cavalieri del Tempio. Il restauro si inserisce anch’esso all’interno di un più vasto quadro di collaborazioni con soggetti pubblici e privati a cui il Comune di Perugia sta lavorando per ottemperare al ruolo di prima città italiana inserita in un circuito internazionale di valorizzazione dei luoghi templari (Templars Route European Federation).

News Correlate