Un calendario per valorizzare la Valnerina distrutta dal sisma

‘Trame’ è il nome del calendario 2019 realizzato da Archi’s Comunicazione per rilanciare la Valnerina, splendido territorio danneggiato dal sisma del 2016. Dodici scatti fotografici, realizzati da Marco Giugliarelli che descrivono comunità e persone che si sono rimpossessati della propria vita e hanno deciso di ripartire con energia.

Il calendario, presentato a Perugia nel Salone d’Onore della Regione Umbria con la partecipazione della presidente Catiuscia Marini, del sindaco di Santa Anatolia di Narco, Tullio Fibraroli, del direttore del Museo della Canapa, Glenda Giampaoli, e l’amministratore unico di Archi’s Comunicazione, Luca Broncolo, rientra nell’ambito di quelle iniziative immateriali per ricostruire e valorizzare gli asset del territorio.
Il progetto si propone di suggerire un viaggio inedito e alternativo per scoprire i luoghi della memoria e del saper fare della Valnerina.

Tra i luoghi scelti per il calendario c’è in primis il Museo della Canapa, che ha sede nel palazzo comunale di Sant’Anatolia di Narco. Il museo costituisce un punto importante del più vasto Ecomuseo della Dorsale Appenninica Umbra, che comprende tutta la Valnerina in un sistema museale diffuso che ben sintetizza il rapporto tra ambiente e manualità, ricerca e sviluppo, innovazione e modernità, divulgando i saperi dell’arte tessile alle nuove generazioni attraverso l’esperienza didattica.

Per questo progetto si sono unite diverse aziende e singoli operatori del settore della Comunicazione che hanno messo a disposizione a titolo di favore il loro lavoro e la realizzazione materiale del calendario che conterrà anche un biglietto gratuito di accesso al Museo della Canapa.
Alla base di questa iniziativa c’è la volontà di continuare sulla strada intrapresa all’indomani del sisma del 2016 per valorizzare identità e storie di intere comunità regionali, che hanno subito danni di inestimabile valore, capaci tuttavia di risollevarsi partendo dalle proprie radici e dalla propria identità per sviluppare idee che fondino nella trasmissione del saper fare il bene comune di un territorio che vuole rinascere e che fa del design l’opportunità per crescere.

L’Umbria è la prima Regione in Italia e in Europa a sapersi distinguere a livello istituzionale per aver avviato negli ultimi anni un percorso innovativo, finalizzato a definire la propria identità di brand attraverso la cultura ed i prodotti di design realizzati dalle proprie realtà produttive e d’eccellenza, contraddistinguendosi per il grande lavoro portato avanti in difesa del “saper fare artigiano”, tra tradizione e innovazione.

News Correlate