Al via la stagione invernale 2006

L’assessore Pastoret spiega i piani della Regione

La Valle d’Aosta si prepara alla ormai imminente stagione invernale. Il potenziamento delle postazioni di innevamento artificiale insieme ad una vasta opera di ammodernamento tecnologico degli impianti a fune in tutte le località sciistiche della regione, sono solo alcuni degli interventi previsti per rendere ottimali le condizioni delle piste. Ma gli sport della neve non sono l’unico fattore sul quale la Regione Valle D’Aosta punta per attirate i visitatori nella regione alpina. “Il completamento dell’ offerta turistica – spiega l’ assessore regionale al Turismo, Ennio Pastoret – passa dalla valorizzazione degli aspetti culturali e della conoscenza del territorio, e la Valle d’Aosta, in questo senso, ha molto da offrire: dal patrimonio paesaggistico alle tradizioni enogastronomiche, dalle bellezze storiche, architettoniche e monumentali all’ offerta di spettacoli ed eventi culturali, senza trascurare l’ attenzione a quella clientela di fascia medio-alta sensibile al relax e alla cura del corpo, e che trova negli stabilimenti termali e nei numerosi centri benessere degli alberghi la risposta alle proprie esigenze”. Per quanto riguarda i flussi turistici, l’ assessore Pastoret confida in una crescita degli arrivi internazionali. “Dobbiamo fare attenzione a non focalizzarci su un unico mercato ma cercare di comprendere il maggior numero di richieste provenienti dall’ estero, anche differenziando il tipo di clientela: negli ultimi tempi abbiamo puntato sulla Russia, ma non dimentichiamo la Spagna, i Paesi francofoni e quelli britannici, dai quali provengono molti giovani, e, infine, i paesi scandinavi dai quali giungono sempre più visitatori”. L’ immagine della Valle d’Aosta sarà al centro dell’ attenzione internazionale in occasione della disputa della Coppa del Mondo di Sci nordico che riporterà nella regione alpina quattro prove del circuito mondiale, l’ 8 dicembre, ad Aosta, e due giorni più tardi a Cogne.

News Correlate