Federalberghi Garda Veneto fa il punto sulla stagione e guarda al futuro

Peschiera del Garda ha ospitato la 41^ Assemblea Generale dei soci di Federalberghi Garda Veneto, nella Sala Radetzky della storica Caserma d’Artiglieria di Porta Verona.
La Convention si è aperta con i saluti dell’assessore al turismo del Comune di Peschiera Filippo Gavazzoni e del sindaco di Castelnuovo del Garda Giovanni Peretti.

I lavori sono proseguiti con Marco Lucchini, presidente Federalberghi Garda Veneto, che ha preso in esame i risultati della stagione 2016. “Purtroppo siamo privi di dati ufficiali, abbiamo solo dei dati presunti, elaborati dal Sistema Statistico Regionale. Secondo questi dati, nel periodo gennaio-agosto 2016 il turismo sul lago di Garda ha registrato valori importanti: un +3,7% di arrivi ed un +5,6% di presenze, attribuiti al gradimento dei turisti d’oltre confine che aumentano del 5,5% in termini di arrivi e del 6,7% in presenze. Sembra invece che siano in calo gli italiani: -2,1% gli arrivi; -1,8% le presenze”.

“Questo non significa che possiamo adagiarci sugli allori. Hanno giocato a nostro favore le difficoltà sul piano della sicurezza e della stabilità politica che stanno vivendo Paesi turistici tradizionalmente forti e nostri concorrenti. Per rimanere ai vertici dobbiamo proseguire sulla strada dell’innovazione, della qualificazione dell’offerta, della competitività delle nostre strutture e del nostro territorio. La destinazione lago di Garda continua a piacere per le sue caratteristiche peculiari: la varietà dei paesaggi, i borghi suggestivi, le città d’arte nel raggio di pochi chilometri, l’abbinamento sempre più forte con l’enogastronomia, la qualità della ricettività e la professionalità tipicamente gardesana degli operatori. Anche se siamo alle prese con abusivismo, fisco e burocrazia asfissianti che tolgono risorse e operatività agli investimenti del settore”.

Tra gli altri argomenti affrontati la qualità e la sicurezza delle acque del Garda; la necessità prioritaria di un nuovo collettore; la Dmo nella cui governance Federalnerghi Garda Veneto è entrata di diritto, la commercializzazione e la gestione degli uffici IAT; l’accesso ai finanziamenti statali e regionali; la formazione e l’aggiornamento che è una delle attività qualificanti di Federalberghi per accompagnare le imprese associate nella loro crescita professionale; il gruppo di acquisto che ha portato a consistenti risparmi in bolletta sulla componente luce e gas; la battaglia sindacale più importante del 2016: quella contro l’abusivismo extralberghiero.

In merito a questo ultimo tema Lucchini ha affermato che “la battaglia all’abusivismo è una battaglia di civiltà, contro la concorrenza sleale e con obiettivi di trasparenza e legalità. Gli operatori improvvisati dell’ospitalità danneggiano coloro che lavorano nella legalità e danneggiano soprattutto tutta la comunità che viene privata della possibilità di avere più opere e servizi, a causa di quella parte di ricavato che non viene denunciata. Le leggi e le regole per le strutture ricettive extralberghiere e per gli alloggi dati in locazione esclusivamente con finalità turistica ci sono e vanno rispettate da tutti”.

Infine, si è fatto il puto sugli obiettivi da perseguire per il prossimo anno.
“Vogliamo che la nostra Associazione – ha concluso Lucchini –  sia sempre luogo di incontro e di scambio di idee, perché dalla condivisione delle esperienze, dal sentirsi uniti nasce nuovo vigore e nuova forza e sicuramente maggiore possibilità di fare sentire alta la nostra voce: questo è il vero valore dell’associazionismo”.

News Correlate