Nuovo logo Dolomiti crea scompiglio con Trento

“Sono finiti i tempi di ‘casa mia casa tua’, il patrimonio dell’Umanità non ha confini e il marketing ha superato polemiche come quella di Trento”. É la replica Federico Caner, assessore regionale al Turismo del Veneto, dopo il disappunto di Trento riguardo al logo ‘Dolomiti, The Mountains Of Venice’.

“Con il payoff ‘le montagne di Venezia’ – spiega Caner – nessuno vuole appropriarsi di nulla. Ci rendiamo perfettamente conto, almeno noi veneti, che le Dolomiti sono letteralmente senza confini e senza padroni, essendo patrimonio dell’Umanità Unesco. Detto questo – osserva – si tratta di ragionare in termini di marketing moderno, e il nome di Venezia è un traino eccezionale che farà gran bene a tutta l’area dolomitica, veneta o trentina che sia. Le montagne di Venezia – aggiunge – è scritto volutamente in inglese per spiegare ai turisti internazionali la vicinanza geografica tra le due belle realtà, considerando il fatto che le Dolomiti sono un Patrimonio unico al mondo, che il turista può raggiungere da più parti, ma che il punto di partenza indubbiamente più famoso, e vicino, è Venezia. Questo payoff internazionale farà bene a tutte le Dolomiti, perchè il turista non conosce i confini geografico politici all’ interno di un altro Stato”, conclude Caner.

News Correlate