domenica, 22 settembre 2019

Venezia, accordo con Fs per riqualificazione stazione Mestre

A Roma è stato firmato l’accordo di programma per la riqualificazione della zona della stazione ferroviaria di Mestre, e la realizzazione di una struttura di collegamento tra Mestre e Marghera. Alla presenza di Gianfranco Battisti, ad di Ferrovie dello Stato Italiane, l’intesta è stata sottoscritta da Umberto Lebruto, ad di FS Sistemi Urbani, Maurizio Gentile, ad di Rete Ferroviaria Italiana e il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

L’obiettivo è confermare e di sviluppare la strategicità della stazione di Venezia Mestre, attraverso il potenziamento dei sistemi di interscambio modale. Dopo la costruzione di un bici park e di un multipark, è prevista la realizzazione di nuovi collegamenti pedonali e percorsi ciclopedonali, mentre una struttura sopraelevata, di proprietà di Rfi con caratteristiche di spazio urbano vivibile, collegherà Mestre e Marghera, per riqualificare le aree di stazione e per sottrarre quelle prossime al degrado urbano e sociale. Le nuove strutture del lato Marghera, progetto pronto per essere sottoposto all’approvazione del Consiglio Comunale, si legano a al nuovo edificio della Questura nell’ex Scuola Monteverdi, per cui è stato sottoscritto il Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Interno.
L’accordo prevede anche la realizzazione di nuovi fabbricati nelle aree di proprietà di FS Sistemi Urbani che si affacciano sul primo binario della stazione e la riqualificazione dell’edificio delle ex Poste, con nuove strutture per spazi dedicati ai viaggiatori e commerciali, connessi alla fermata del tram e degli autobus attraverso percorsi di collegamento interni ai fabbricati. Nell’accordo sono contenuti infine i progetti per la rigenerazione in ambito urbano dell’ex ‘scalo merci’ di via Trento, di proprietà di Fs Sistemi Urbani, con nuove superfici a destinazione mista, riservando al Comune una quota residenziale e uno spazio per l’ampliamento del Parco del Piraghetto.

News Correlate