Olimpiadi 2026, Zaia: Veneto non ha problemi alberghieri

“Il Veneto non ha problemi di ospitalità alberghiera né, tanto meno, problemi di tipo organizzativo. È la regione più turistica d’Italia con 70 milioni di presenze e 16 miliardi di fatturato, con una buona parte di questi turisti che sceglie, in estate e in inverno, proprio le nostre vette e le nostre valli patrimonio dell’Unesco e gli impianti sportivi”. Lo afferma Luca Zaia, presidente del Veneto, riferendosi alle indiscrezioni secondo cui la struttura alberghiera di Cortina, città candidata alle Olimpiadi invernali del 2026, non garantirebbe abbastanza posti letto.

“Supereremo gli esami che il Cio si appresta a condurre col massimo dei voti, ne sono certo – aggiunge Zaia – Con l’occasione saluto e do un benvenuto ai membri della Commissione di Valutazione del Cio che, da domani, partendo proprio da Venezia e da Cortina, avvierà il suo esame della candidatura Milano-Cortina, e dico che in Veneto troveranno ospitalità eccellente, strutture e infrastrutture già in avanzato stato di progettazione e realizzazione per i mondiali di sci 2021, oltre alla tradizionale e storica capacità organizzativa, logistica e la mentalità aperta e imprenditoriale di cui i veneti vanno giustamente celebri nel mondo intero”.

News Correlate